AMA

punto di

riferimento

nel settore della

distribuzione

del credito

News e aggiornamenti dal settore creditizio

Protocollo d'intesa ABI - OAM - Più Trasparenza!

E’ stato firmato ieri 27 Ottobre il protocollo d’intesa tra ABI, OAM e le Associazioni di categoria. Un altro passo decisivo alla lotta per l’Abusivismo nel settore della Mediazione del Credito, una piaga contro la quale AMA ha sempre polarizzato l’attenzione, denunciandone ombre e connivenze.

Il protocollo si pone a fondamento di una più fattiva trasparenza sui costi dei finanziamenti messi in atto dai mediatori non convenzionati nell’intermediazione creditizia. “Il protocollo garantisce una maggiore consapevolezza da parte del consumatore sulla spesa che dovrà sostenere”, ribadisce il nostro Presidente, Giovanni Sozio, “Oggi tutto è lasciato al buon senso dell’operatore bancario, in assenza di un iter procedurale che normi anche questo aspetto dell’attività”.

Ovviamente il protocollo definisce le linee guida generali, ma è lasciato ai diversi intermediari finanziari e/o banche la facoltà di aderirvi, comunicando all’OAM le modalità e le tempistiche necessarie per consentire al mediatore “offline” o  cosiddetto “non convenzionato” di informare l’Istituto di credito del proprio compenso, allo scopo di agevolare l’inserimento nel calcolo del TAEG/TEG, unica cartina tornasole dei costi a carico del consumatore.

L’OAM renderà noto sulle pagine del proprio sito web i nomi degli Istituti che aderiranno e gli iter di intervento che gli stessi comunicheranno.

Lo stesso Antonio Catricalà, Presidente dell’OAM, si è detto soddisfatto di questo traguardo, in quanto il protocollo è certamente una garanzia di maggiore trasparenza, che potrà rafforzare la fiducia del consumatore nel professionista del credito, scoraggiando, in tal senso, anonimi personaggi di ventura che agiscono fino a oggi indisturbati a danno del cliente finale.

Redazione AMA

categoria: